NYC/MIA
02:16
Londra
07:16
SG/HK
03:16
CONTATTO

Perché gli inserzionisti di viaggi pagano i CPM pubblicitari più alti?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti - Luglio 1, 2011

Qualche tempo fa, abbiamo condiviso degli studi sui CPM medi pagati da varie categorie di inserzionisti. È interessante notare che i CPM degli annunci di viaggio erano i più alti, e nuove prove suggeriscono che gli inserzionisti di viaggio possono ancora pagare un premio - anche per fare pubblicità su piattaforme sociali che traggono profitto dai contenuti generati dagli utenti [leggi: non sempre professionali/premium/brand-friendly].

CPM degli annunci di viaggio: I dati

A study analyzed the average CPMs paid by various vertical categories of advertisers. The travel industry, which generates 8.5 Billion image-based ad impressions per year, is both a highly competitive category and reliable source of ad dollars for ad networks and major publishers. Unsurprisingly, travel ad rates were the highest, with an avg. CPM paid of $19.89.

Il set di dati dello studio ha riunito circa 12.000 siti a medio traffico (che ricevono all'incirca meno di 1 milione di impressioni al mese) serviti da Adify, rendendo i dati meno indicativi dei CPM medi pagati per le campagne su larga scala, che in genere incorporano un traffico più elevato - e un biglietto più alto -. media online fonti. Tuttavia, i risultati sembrano validi. Le categorie con articoli ad alto prezzo che vendono ad un pubblico più qualificato dovrebbero pagare un premio per la pubblicità, in particolare in settori competitivi come l'auto, la tecnologia e, naturalmente, i viaggi.

I costi pubblicitari dei viaggi

A ulteriore sostegno di questa tendenza, i dati pubblicati da Wordstream mostra la spesa pubblicitaria per i viaggi e il turismo come la spesa pubblicitaria di Google terzo posto tra i più redditizi category of advertiser, generating $2.4B in advertising on Google alone. The highest cost keyword? New York hotels, at a nearly $7.50 CPC back in 2011.

Senza una strategia per catturare l'attenzione dell'utente, abbinata a un targeting aggressivo, gli inserzionisti di viaggi cadono vittima di piattaforme i cui sistemi self-service sono progettati per spendere il loro budget - il più rapidamente possibile.

Il dominio delle OTA nel settore dei viaggi è un enorme fattore di costo che gonfia i CPM degli annunci di viaggio. La pubblicità per l'acquisizione di clienti è il #1 delle OTA, e probabilmente solo cost. Hotels, airlines, cruise and car rental brands have enormous upfront costs, including property maintenance, labour, commodity pricing, depreciation, and much much more. Of the 5 top advertisers cited in the Wordstream analysis, 4 were OTAs. This asymmetry in the market drives up costs on a CPM and CPA basis for direct travel advertisers, such as hotels, airlines, cruises and rental car brands.

MyCube ha compilato i CPM pagati su Facebook, esaminati in base alla demografia, e i CPM pagati su YouTube, suddivisi per argomento del video. Su YouTube, i video di viaggio ottengono i CPM più elevati.

Chi vince?

Facebook e YouTube, che stanno cercando in modo aggressivo di monetizzare i contenuti degli utenti.

Who loses? Most likely, marchi di viaggio seeking advertising adjacent to home videos of an Alaskan cruise – essentially, those travel advertisers paying such high travel ad CPMs. Without strategy to capture user attention, paired with aggressive targeting, travel advertisers fall prey to platforms whose self-service systems are designed to spend their budget – as quickly as possible.

Questi studi sottolineano il vantaggio di lavorare con un'agenzia di media buying che rappresenti clienti di vari settori, le cui trattative sarebbero informate da una valutazione neutrale per categoria di quanto si dovrebbe pagare per un determinato posizionamento.

Criterion Global ha elaborato strategie per incrementare il ROI e ridurre i CPM degli annunci di viaggio in modi intelligenti per i marchi globali del settore dei viaggi e dell'ospitalità. Per avere dei casi di studio della nostra esperienza, o per rispondere a domande su come fare pubblicità su Facebook e YouTube senza sprecare il suo budget, ci contatti all'indirizzo hello@criterion.criterionglobal.comoppure visiti Criterio globale per saperne di più.

RIMANERE PERSPICACI

I media cambiano costantemente. Si iscriva per ricevere aggiornamenti periodici sulle necessità di sapere dalla principale società di consulenza indipendente sui media.
Modulo per la newsletter